Concerto di musica sacra a Sassocorvaro: un grande ensemble di cori dà vita alle suggestive note del Perosi

L’associazione musicale I Cameristi del Montefeltro nasce nel 2007 su iniziativa di musicisti, orchestrali,
cantanti lirici e cori allo scopo di valorizzare le preziose realtà musicali del territorio.
I gruppi corali che partecipano alla formazione di questo encomiabile Ensemble sono: Schola
Cantorum S. D. Loricato di Cantiano, Coro Polifonico “G. Giovannini”di Fermignano, Coro
Polifonico Città di Cagli, Corale S.Lucia di Acqualagna, Coro Polifonico “S.Maria” di Piobbico,
Corale “G.Verdi” di Gubbio, Gruppo Corale Sassocorvaro-Montefeltro. L’Ensemble si è già
cimentato con le interpretazioni, per citarne alcune, del Requiem di Mozart, il Gloria di Vivaldi, il
Requiem di Fauré e Charpentier.
Il tradizionale appuntamento del primo novembre a Cantiano, per l’edizione 2013, ha impegnato le
corali, dirette dal M° Mario Campioli, nella Missa Pontificalis di Lorenzo Perosi, seguita dalle
esibizioni a Cagli, Fermignano, Acqualagna e Gubbio.
il 15 marzo 2014 è stata la volta del nostro Gruppo Corale Sassocorvaro-Montefeltro che, con
grande soddisfazione, ha ospitato l’evento proprio a Sassocorvaro, nella Parrocchia di S. Giovanni
Battista.
La serata è stata aperta dal Concerto in Re Maggiore di Albinoni interpretato alla tromba dal M°
Vincenzo Tribulini e all’organo dal M° Lorenzo Gamboni al quale è seguito, ovviamente,
l’Ensemble di cori con la Missa Pontificalis di Lorenzo Perosi, questa volta sotto la direzione del M°
Massimo Sabbatini.
Tra gli ascoltatori, il Vescovo Mons. Giovanni Tani, che ha fatto una gradita sorpresa a coristi e
pubblico, rendendo con la sua presenza ancora più preziose e solenni le note del Perosi.
Per il Coro Polifonico Sassocorvaro Montefeltro è stata sicuramente una gratificazione ed un onore
partecipare ed ospitare questo raffinatissimo evento che, oltre la tradizionale esecuzione del primo
novembre a Cantiano, viene riproposto e ospitato dalle altre corali.
Sicuramente un genere così “classico” e ricercato spesso tiene lontani i non esperti e appassionati
ma proporlo all’interno di contesti musicali locali può diventare proprio l’occasione ideale per
avvicinarsi e conoscere questo genere di musica. L’auspicio è che questa tradizione e questo
amichevole e artisticamente proficuo rapporto tra queste realtà corali del Montefeltro si mantenga e
si rafforzi per offrire sempre più occasioni di una crescita artistica e personale.
Suellen Giacomi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *